Un anello che passa dalla Norvegia

Per andare a Oxford è ovvio che si debba passare dalla Norvegia

L’importante, qualunque gitarella o viaggio che si intraprenda, è fare un anello, in modo da non passare mai due volte nello stesso luogo.

Per passare da Oxford è quindi del tutto logico che si debba come minimo procedere in senso antiorario e quindi che si faccia rotta su Berlino, Sassnitz, Ystad, Lillehammer, esplorare l’Handargevidda norvegese, dare un occhiata ai fiordi, imbarcarsi a Larvik per la Danimarca, attraversare questo paese e reimbarcarsi a Esbjerg per approdare infine a Harwich, da dove si attraversa l’allegra Inghilterra sino a Oxford, giusto in tempo per assistere alla esibizione di Capoera di mia figlia Marta in onore del Giubileo di Diamante della Regina.

 

Da Oxford si riattraversa l’Inghilterra per prendere l’Eurotunnel, giusto in tempo per uno spuntino,

si procede per la campagna francese e attraverso la verde Svizzera si guadagna Livigno per far benzina e come per magia si è di nuovo a casa.

 

 

 

Lascia un Commento