La moto di sinistra

La moto “di sinistra”

SI

Natura

Silenzio

Grandi spazi

Nessuno in giro

Sperare di non arrivare mai

Andare verso il sole di mezzanotte

Nessuna strada è abbastanza secondaria

Come in vela, viaggiare per il puro gusto

Il passeggero, se c’è, è in silenziosa sintonia

 

La moto “di destra”


NO


Impennate

Motoraduni


Scarichi aperti

Chi l’ha più grossa

Sgommate al semaforo


Un’ora da casello a casello

Tutti a guardarti le cromature

Interfoni, telefonini con auricolare

Sorpassi sul filo del guard-rail dell’autostrada

Ma allora le Donne dovrebbero essere in larga maggioranza motocicliste per piacere.
Nel mio incontenibile ottimismo,credo che questo spazio possa fomentare le donne a riappropriarsi del loro tempo e delle loro fantasie ANCHE andando in giro in moto magari lasciando i bambini a casa con il loro compagno a curare la casa e a fare il bucato.